Progetti in erba | Projects in Bloom

PROJECT MANAGEMENT FOR PRIMARY SCHOOLS

  
  
Get Adobe Flash player

Sviluppato sulla base dell’esperienza realizzata a Milano, ne valorizza l’idea di base attraverso una rielaborazione che contempla l’unicità del nostro territorio.

Per ottenere tale risultato, tra un brainstorming ed una mappa mentale (quelle formulate da Tony Buzan), si è cercato di approfondire obiettivi, attività, risultati attesi, proprio come propone il Kit elaborato nelle prime esperienze a Milano.


 

Da tale lavoro si è arrivati a formulare un percorso che:

-   valorizzasse il lavoro degli educatori, proponendogli una sfida ma anche strumenti e metodi che consentisse loro di sviluppare conoscenze e competenze utili anche al miglioramento della loro professionalità;

- prevedesse il coinvolgimento dei bambini, che all’interno di specifiche esperienze immaginate e gestite dagli educatori sviluppassero attività orientate non solo al risultato, ma anche ad un’esperienza educativa  rispetto a temi quali l’esercizio di ruoli e responsabilità, gestione dei tempi e delle risorse,  gestione delle scadenze, lavoro di gruppo e comunicazione.

Il progetto ha preso la forma di in un concorso che prevedesse “un premio per il miglior progetto“, nel quale però fosse evidente  il legame tra processo educativo, gestione dei progetti (il metodo e la tecnica) e risultato finale.



Come prima esperienza si è deciso di aprire il bando solo a gruppi di bambini e bambine di età compresa tra 6 e 11 anni frequentanti scuole primarie, guidati da almeno un educatore/trice con funzione di capoprogetto, che avrebbe presentato la domanda al concorso iscrivendovi il gruppo individuando un’area tematica di riferimento tra quelle che il concorso ha contemplato.

Per sostenere  lo sviluppo dei progetti sono state previste alcune attività di supporto:

-  incontri formativi obbligatori sul Kit per la scuola primaria; ne sono stati previsti due, nei quali tutti gli educatori coinvolti avrebbero avuto la possibilità di confrontarsi su metodo e strumenti a disposizione;

-  la consegna di materiale di base a supporto dell’attività di pianificazione e gestione del progetto;

-  consulenza a richiesta per affrontare dubbi ed incertezze di percorso.

Il grosso del lavoro, in realtà, spetta a educatori e bambini, che avrebbero dovuto sviluppare “l’idea di base” in un “risultato concreto” e presentabile; alla fine del progetto, per la selezione finale e vincere il premio, ogni gruppo presenterà una documentazione relativa ad ogni fase del progetto secondo specifiche concordate con l’organizzazione.

Il “premio per il miglio progetto” si concluderà con la premiazione del gruppo che ha realizzato il miglior progetto, e la selezione sarà operata da una Giuria che prenderà in esame i lavori presentati dai gruppi partecipanti che vi saranno ammessi.

Cookie Policy www.progettinerba.net/.com